mercoledì 28 gennaio 2015












LA NOTTE DEI PANINARI
 
Abbiamo fatto '90...facciamo '80!
A tutti voi che sapete cos'è il Crystal Ball, che vi ricordate le puntate del Drive In e che siete cresciuti mangiando la Girella a merenda, mentre guardavate le puntate de I Ragazzi della 3C e MacGyver, a tutti voi e non solo è dedicato il prossimo imperdibile streaming di RN, tutto a base di musica anni '80!
Per un buon ventennio la musica di quegli anni è stata usata a paradigma del cattivo gusto e del pacchiano. Se questo è vero per la maggior parte della paccottiglia che circolava allora per le radio, non si può certo negare che quella stessa musica, se messa a confronto con ciò che radio, tv e web cercano di propinare oggi, diventa immediatamente una miniera di capolavori universali.
Il discorso è che se non altro allora la musica veniva ancora fatta da chi di mestiere faceva il musicista, a differenza di suore o cassiere del GS, e aveva parecchia cognizione di causa oltre a supposte doti canore da dover esibire in spot pubblicitari e programmi televisivi di bassa macelleria sul modello della fiera delle vanità per poveri.
Circumnavigando attentamente gli episodi più osceni e imbarazzanti, durante lo streaming ci concentreremo invece su tutti quei pezzi che non hanno mai smesso di essere dei classici, non solo perchè abbelliti dai nostri ricordi nostalgici, ma perchè avevano tutti gli ingredienti per diventarlo.
Senza esser troppo seriosi, s'intenda, lo scopo è pur sempre quello di divertirsi sull'onda dei ricordi, scopriremo come la qualità era presente in maniera assolutamente trasversale nei diversi generi musicali che allora riempivano le hit parade. Sarete forse sorpresi di ritrovare in questa lunga playlist quasi mai delle meteore poi scomparse col terminare della decade, ma anzi, grandi, grandissimi nomi che tutt'ora sono fonte di ispirazione per molti artisti che, dagli anni '90 ad oggi, hanno continuato a tributare omaggio a questi brani coverizzandoli sia dal vivo che nei loro dischi. Si ascolteranno dunque pezzi piuttosto diversificati, che andranno dal pop più danzereccio a quello più maturo e "autoriale", dal synth pop al progressive rock, dallo sleaze al metal: ce ne sarà davvero per tutti i gusti e sarà TROPPO TOGO!

Vi aspetto qua venerdì 30 alle 21.00.
Ovviamente tra poco visualizzerete anche il post sulla pagina FB di RN: condividetela e avvisate amici e parenti. Durante queste trasmissioni il divertimento non manca mai e più siamo in chat, meglio è!


13 commenti:

  1. Tooogo! Cosa beviamo al posto della solita birrozza? Fanta? Aranciata Sanpellegrino? LaDea

    RispondiElimina
  2. Davvero bello lo streaming di ieri! Uno dei più divertenti visto che il revival anni '80 non si è limitato solo alla musica! E devo dire che alcuni meravigliosi prodotti li avevo quasi dimenticati... :)

    RispondiElimina
  3. Gran serata quella di ieri!
    Raf in una sua canzone si chiedeva cosa sarebbe rimasto degli anni '80; beh a giudicare dalla trasmissione che abbiamo ascoltato (che ha raggiunto il suo record di durata di 4 ore e 30!) di roba ne è rimasta davvero tanta, ma soprattutto è rimasta la buona musica! Ora saprete cosa rispondere a chi dirà che quello era un decennio indecente dal punto di vista musicale.
    In quegli anni, chi più chi meno, eravamo tutti bambini e probabilmente non ce la siamo passata poi neanche troppo male, perchè i ricordi di come vestivamo, cosa mangiavamo, come giocavamo e cosa guardavamo sono ancora belli chiari nelle nostre testoline di bambinoni per fortuna mai troppo cresciuti. Forse meno presenti nella nostra memoria i ricordi di eventi storici e politici, che giustamente all'epoca proprio non ci toccavano, ma meglio così, perchè quei pochi che ancora serbiamo sono riferiti ad eventi enormi, che spesso hanno colpito il nostro mondo in maniera negativa: solo così potevano far breccia nelle nostre giovani menti di bambini.
    Certo viene inevitabile chiedersi cosa resterà di questi anni '00, perchè i '90 sono ancora tutti nei nostri cuori, direi, ultimo scampolo di una sensazione che faceva ancora sembrar possibile che il mondo potesse essere un posto nel quale vivere dignitosamente.
    Anche solo dal punto di vista musicale mi vengono i brividi, se tra trent'anni dovrò ricordare questi giorni di tabula rasa cerebrale. Per quanto riguarda gli avvenimenti storici e politici spero invece che abbiano già inventato la pillola della dimenticanza. Ma una cosa è certa: non dimenticherò gli amici e non dimenticherò una serata come quella di ieri, dove con poco e niente, ma con in tasca una bela idea, un po' di nostalgia e tanta voglia di stare insieme e divertirsi abbiamo condiviso un momento ricco di emozioni, proprio come si faceva quando eravamo bambini, negli anni '80.

    RispondiElimina
  4. amici mi dispiace un sacco: eri sono dovuta andare a toronto all'ultimo minuto per lavorare col mio capo...
    eppero' vi pensavo e sapevo che mi stavo perdendo una gran cosa :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Toronto...per stavolta ti perdoniamo.

      Elimina
  5. Bella serata, anche per i motivi a cui già accennava Urz, a un certo punto la tracklist è diventata una colonna sonora per qualcos'altro sul viale dei ricordi.Tanti bei pezzi, musica quasi tutta immortale. Proprio per questo dalle nostre parti, e dalle nostre parti significa principalmente mia moglie Paola in questo caso, ci si aspettava una scaletta un po' diversa, magari anche inferiore qualitativamente (cosa che mia moglie non ammetterà mai), ma molto più caratterizzante degli '80. Proprio quei pezzi che al di fuori del contesto nostalgico anni '80 non si sentono più, quei pezzi che sono legati inevitabilmente agli scaldamuscoli rosa, ai pantaloni con il risvoltone, etc... Non so se mi sono spiegato, spero di si. Esempio, uno per tutti: Back in black, esce negli '80 ma è un pezzo eterno, con suoni eterni, non necessariamente riporta alla mente gli '80, e così molti altri. Invece cose come Small town boy, Joe le taxi sono molto più a tema, ieri sera c'è stato un po' un mix delle due prospettive.

    Ovviamente questa non è una critica, la serata è stata molto divertente e la musica ottima, questo solo per dire che non è detto che qui a bottega non ti si proponga un'altra scaletta a tematica eighties alternativa a questa (e non necessariamente migliore, io ad esempio sono tra quelli che non impazziscono per la musica strettamente ottantiana, è sempre questione di gusti, esperienze, ascolti, etc...).

    Che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che hai colto nel segno, ma lascia che chiarisca il mio punto di vista.
      L'intento era quello di omaggiare gli anni '80 nel bene e nel male, con le sue follie, i suoi eccessi e il suo impatto visivo così fortemente caratterizzante e direi che in questo siamo riusciti bene, perchè come giustamente dici, ad un certo punto c'era davvero la sensazione di un revival visivo e sensoriale al quale la musica che passava faceva da colonna sonora, ed è stato fichissimo! Per quanto riguarda la musica la mia volontà era più quella di sdoganare il decennio dai facili giudizi negativi che solitamente riceve, rispolverando dei grandi pezzi di quegli anni, che se riascoltati adesso fanno ancora venire la pelle d'oca. Tra questi pezzi ce ne erano molti, a mio parere, che andavano nella direzione auspicata da Paola, soprattutto nella prima parte, e altri, verso la fine, che erano semplicemente dei brani granitici degli anni '80, ma che come dici tu magari non riportano subito alla mente gli scaldamuscoli rosa. Il fatto è che non avevo alcuna intenzione di fare una fiera del cattivo gusto con l'intento di riportare a galla la parte meno interessante di quel periodo, meritevole questa volta sì di critiche e storte di naso. Per intenderci, come nella serata dedicata ai Tormentoni si è deciso di lasciar fuori Martin e Las Ketchup, qui ho scelto sin da subito che roba tipo Culture Club, Camerini e New Kid On The Block non sarebbero passati, altrimenti il senso della trasmissione, per come la intendevo io, sarebbe stato vanificato. Poi è normale che ognuno ha aspettative diverse ed è legittimo vivere queste 4 ore di musica in maniera diversa. Però, ecco, lo vedo molto difficile uno streaming organizzato dal sottoscritto dedicato al meglio del peggio. Ma è solo un fatto di gusti. I pezzi che ho passato direi che han fatto quel che dovevano fare e comunque "non si esce vivi dagli anni '80"!

      Elimina
    2. Si, si, ma l'intento infatti era chiarissimo, è solo che per mia moglie ad esempio, quelle cose lì non sono il meglio del peggio (NLOTB a parte), tutt'altro, magari quando capirò bene cone usare GS la scaletta la passerò io... :)

      Elimina
  6. Urz scommetto che i meravigliosi prodotti che avevi dimenticato si riferiscono alle Zigulì e ai Frizzy Pazzy dì la verità!!!
    No! Davvero! Io ieri mi sono troppo divertita!! Ma proprio tanto! Che ridere!! E' stato superlativo tutto! La compagnia, i pezzi scelti, i ricordi e le emozioni scaturite dalla musica e dalle immagini pazze a manetta che abbiamo tirato fuori!! Mi avete fatto trascorrere davvero una piacevolissima serata! Il tempo è volato!! Sono stata benissimo e anche Mat si scassava dal ridere ed ha apprezzato la buona musica scelta! I complimenti per il tutto anche da parte sua!! Peccato per chi non c'era!! Vi siete persi davvero una splendida serata!!
    Mi piace la tua idea Firma!! Io ci sto! Quindi grazie Vik e a quando la prossima? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai copiato così tanti link in vita mia! Ad un certo punto ho rischiato un attacco epilettico. Però vedi che l'idea di integrare immagini alla musica funziona?
      Che dire, anche io mi sono molto divertito e son contento che vi sia piaciuto. Tieni presente che durante questi streaming ci si diverte sempre parecchio, quindi se vi è piaciuto questo vi aspetto per il prossimo, mi raccomando!

      Elimina
  7. Beh, però mettere insieme i Culture club e Camerini (che, piacciano o meno, qualcosa di buono nel campo del pop l'hanno fatto) con i new kids on the block... . Ma appunto a parte, stamattina sono finalmente riuscito a ripristinare il pc, la prossima serata live on the road l'unico problema che dovrò affrontare per partecipare sarà banalmente il collegamento internet... . ;-)
    Anche perchè sugli anni '80 avrei potuto ben dire la mia, ahimè già soltanto per meri fattori anagrafici, sigh!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...