mercoledì 2 luglio 2014














Vi ricordo l'appuntamento di domani sera su Grooveshark alle 21: Be there or be square!
Piccolo consiglio per godervi meglio la programmazione (per chi ascolterà da pc): sulla pagina di visualizzazione della stazione, in basso sarà presente una barra dello streaming con il dettaglio del pezzo che starete ascoltando. Per motivi tecnici (prevenire tempi morti in caso di lag o skip) sono costretto a mettere in coda al pezzo che sto passando almeno un altro brano: questo se da un lato è una sorta di rete di sicurezza, rovina la sorpresa della setlist dall'altro, ergo, cliccate sullo spazio vuoto di fianco all'icona del pezzo che state ascoltando (praticamente cliccate a lato della barra inferiore), di modo che si chiuda la "coda" (sempre sia aperta), che è appunto la lista dei pezzi trasmessi, in trasmissione e quelli ancora da trasmettere. Insomma, vi evitate lo spoiler e potrete comunque continuare a visualizzare info sul pezzo che sto passando.
La stessa operazione la potete eseguire agendo semplicemente sul menù a tendina che compare sul comando "CODA" in basso a sinistra: click sulla freccetta in basso / chiudi coda.
Chiaro, no? Forse no, ma è una roba piuttosto logica che non è difficile da capire, nè da mettere in pratica (basta un click). Mi fido delle vostre elevate abilità informatiche... A domani!

6 commenti:

  1. Ho tra l'altro appena scoperto una funzione di Grooveshark che ignoravo: se andate sul mio profilo, sulla banda in alto alla voce RIPRODUCI, dovreste trovare tutte le trasmissioni fatte (anche quelle non segnalate su RN, ma eseguite solo per diletto). Se ho visto bene la scaletta è inalterata, quindi, ovviamente non è la stessa cosa perchè non è live e non c'è chat, se ve ne siete persa qualcuna e volete andare a ripescarla ora sapete come fare; e lo so anche io perchè non pensavo si potesse...

    RispondiElimina
  2. Gran serata Vik, davvero complimenti: e'stato un piacere esserci! ;)

    RispondiElimina
  3. Bella davvero! Anche se non ascolto più il grunge da quasi un ventennio, la scaletta era proprio godibile e il tempo in vostra compagnia (record di presenze!) è volato! Devo dire poi che non è stato male neppure lo svacco finale... :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao ragazzi, ben ritrovati!
    Wow, che dire?...Ieri è stato davvero uno spettacolo! Eravate in tanti e tutti presi bene...è stato sul serio commovente.
    Non solo l'occasione di unirsi per ascoltare della buona musica, ma condividere l'amore per dei pezzi, ciò che rappresentano e ciò che hanno significato per noi e continuano a farlo col passare degli anni, ognuno con la sua storia, coi suoi ricordi...per quel che mi riguarda è una delle cose più belle della vita. Uno dei miei sogni è sempre stato questo: avere della gente raccolta attorno a me alla quale fare ascoltare della musica che possa emozionarli: GS mi sta dando questa possibilita, anche se solo a livello "virtuale", ma la chat è davvero una figata, quanto ci siamo divertiti? Spero di avervi fatto ballare, saltare e emozionare; io e Fabri ce la siamo spassata. La sua presenza è stata un fuori programma, ma finita la mia scaletta il suo zampino è stato molto apprezzato...Lo ringrazio perchè il suo esser stato qua con me ha dato un valore aggiunto alla serata, che è stata parecchio intensa e faticosa: sto infatti riascoltando il main set con più calma, perchè quando sei alle prese con la selezione non è così semplice rilassarsi e godersi i pezzi. Ci stava comunque anche la deriva finale verso un Alternative che poco o nulla aveva più a che fare con Seattle e la scelta filologica è stata gettata alle ortiche! Bella!
    Oggi nel frattempo ha ripreso a piovere e il cielo è di un grigio impressionante: il tempo vuole dare il suo contributo al Seattle Mood!
    Tra l'altro non posso evitare di fare un breve considerazione: ieri eravamo tra amici, ci siamo divertiti e abbiamo goduto insieme all'ascolto di questi brani, ma non bisogna dimenticare la sofferenza che sta dietro ognuno di essi, anche il più tirato o divertente. Voi che amate il genere sicuramente lo sapete e ieri ci si voleva solo divertire, lasciando le para in un baule in soffitta, ma non posso far a meno di commuovermi al pensare a questi anti-eroi della nostra generazione che ci hanno lasciato troppo presto, vittime dei loro demoni e della loro eccessiva sensibilità che li ha portati ad una sofferenza incurabile, Cobain e Staley valgano come esempio per gli altri. Oggi che piove e penso alla bella serata che questi artisti ci hanno regalato grazie alle loro sofferenze messe in musica non posso esimermi dal ringraziarli, abbracciarli nella mia mente e versare una lacrima per loro mentre guardo il cielo piangere.
    A voi tutti rivolgo il mio più grande affetto e vi abbraccio come farebbe un fratello. Vi voglio bene. Alla prossima!

    RispondiElimina
  5. Keep on rockin' in the free world, Bro!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...