lunedì 14 luglio 2014

Edge of Tomorrow

Ieri ho visto al cinema Edge of Tomorrow.
Ero convinto di andare a vedere la classica vaccata fanta-action di turno, ma mi stava bene così: ero ben disposto a divertirmi con un film chiassoso del mio genere preferito, col mio attore preferito.
E invece…mi è piaciuto parecchio e ve lo consiglio anche, se ancora non l’avete visto!
All’inizio, ma parlo proprio dei primi 20 minuti, si ha la sensazione di trovarsi di fronte ad un film senza pretese, stupidotto, senza arte né parte, poi le cose cambiano.
C’è molta ironia, come in quasi tutti gli ultimi lavori di Cruise ed è bilanciata anche molto bene, messa nei momenti giusti serve a stemperare la ripetitività delle situazioni implicite nella trama (che tra l’altro io mi  ero anche dimenticato, perché avevo visto il trailer parecchi mesi fa e ieri è stata una piacevole scoperta vedere cosa succedeva. A volte un film bisognerebbe proprio andarselo a guardare senza sapere nulla per lasciarsi sorprendere!).
Anche la forte componente videoludica non è fine a se stessa, ma metafora di una vita sempre ripetitiva, frustrante, con odiosi nemici e ostacoli da dover affrontare per poter progredire un passo alla volta, giorno dopo giorno, verso una fine incerta e sconosciuta. Imparare dai propri errori per poter prendere nelle proprie mani il destino e crearselo senza esserne vittime.
Bello! Un Cruise non nella sua interpretazione migliore, ma mai fuori posto e questa è la sua più grande qualità: qualsiasi cosa faccia, la fa bene!
Non solo mega battaglie, conflitti a fuoco, calci e pugni e acrobazie mirabolanti, che ci si sarebbe aspettati vista la tuta potenziata che indossano i personaggi, a  metà strada tra l’amp suit di Avatar e l'esoscheletro meccanico di Elysium, ma una trama che riesce ad attirare bene l'attenzione, e emozionare con diversi colpi di scena e uno spettacolare montaggio ellittico che riproduce molto bene quel senso di rabbia e frustrazione che si prova quando non si riesce a superare un "livello" o uccidere un "boss", che i videogiocatori conoscono molto bene!

1 commento:

  1. Ah, se Tom avesse scremato un pò di più in quest'ultima parte della sua carriera, sicuramente verrebbe ricordato come un attore molto più importante anche dalla critica o dagli spettatori "più esigenti"(non snob, attenzione!).
    Per fare un esempio Di Caprio (che per quel poco che posso capire di recitazione mi sembra un pelino più bravo) da un certo punto della sua carriera ha selezionato con grande accuratezza registi e progetti. E generalmente quando vado a vedere un film con l'ex belloccio di Titanic (che comunque ai più smaliziati in quel periodo non era sfuggito, vedi ad.es Buon Compleanno Mr. Grape, che di grande attore si trattasse) so che difficilmente vedrò paccottiglia.
    Forza Tom, vedi se Tarantino ha una parte x te, e sono sicuro che sfornerai un'interpretazione memorabile!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...