venerdì 6 giugno 2014

Spore di Marlene: una ballata su un amore (finito) e vagolanti sospiri

Nel letto, aspetto ogni giorno un pezzo di te
un grammo di gioia del tuo sorriso e non mi basta nuotare nell'aria per immaginarti: se tu sapessi che pena. 

E' certo un brivido averti qui con me
in volo libero sugli anni andati ormai
e non è facile, dovresti credermi,
sentirti qui con me perchè tu non ci sei.

Mi mancano le piogge di petali
il Dio-amore e tutto il resto davvero! 

Spesso vorrei la magia di quegli odori
che ci univano al cielo
Oh non temo la nostalgia
anche se sento di essere sempre più il solo

Parlami, ti prego, non andare no
non penso di poterli reggere
Prenditi il diritto di sorprenderti
è proprio me che aiuti a non cadere qui
Ho l'universo in fiamme che mi lacera
le gambe rollano e non c'è da ridere

Resto solo io con la gioia che mi dò
Resto solo e corre via quello che non ho
Donna, come ti vorrei vicino
due in uno, in cielo, accanto a Dio
e il tuo sospiro addosso al mio

Cercami di più e poi vedremo se
in due c'è più tempo per ridere o per piangere

Dovresti ricordarti di te, dovresti,
no, non scordarti di te
Pisciala fuori e pensa più a te
che va bene così
Non dovrebbe essere impossibile
usare le forbici quando è proprio
così che si vuole
 

Si leggeva nella sua mente che ormai
non c'era più niente!
Non ce la facevamo più

Congratulazioni!

Probabilmente io meritavo di più
 

Quanto fa male lavorare al male che compare
a causa dei miei vuoti d'anima
Sento l'inutilità obbligata delle scuse solite:
il mio costume, la tua rabbia su di me
Come stavamo ieri... sarà così domani?
Dimmi di sì

Nasconderò con miele colante il vuoto che avanza
io, ora, nasconderò
dove vivevi tu.
Dove vivevi solo tu

Voglio la via più facile per avere quiete complice.
Voglio te dentro me per farcela.

Vorrei colpire al cuore e conquistare il tuo stupore
Ma è così dura, credi, e sento che non lo so fare

Certe cose son da fare:
una è detta ELIMINARE
Certe cose son da fare:
la seconda è CANCELLARE

Perché un sospiro può affilare il taglio del rasoio
e di nuove lacerazioni non c'è voglia
 

E fanno presto a farsi vivi i miei sospiri
che alle pareti vanno a dire "ti vorrei qua".

In Paradiso vorrai
avere ancora a che fare con me?
Premi e compensi: non sai
quanto desideri farne parte,
fra quelli di cui godrai,
per la tua felicità.
Perché non chiedo per me
la gioia eterna di risorgere,
ma di esser cura perenne per te,
regalandoti quel che non do in vita.

E ti ho rivista, sai?,
perché ho visto un altro "me",
quello che stava seduto lì
sei anni fa;

E quando la luna verrà sarà la stessa di allora?
Quella che di noi farà di nuovo una cosa sola?
Guardo le rocce innevate nel blu luminoso:
sei là con lo sguardo,
lo stesso che mi hai regalato lasciandomi solo.
Ti ho persa quel giorno e mai più ho ritrovato
la scia deliziosa del tuo fascinare,
e se fosse successo mi avresti rivisto scodinzolare...
(devono aver diviso in due il mondo,
e penso di essere dalla parte sbagliata).

E grazie...
per tutto questo: grazie.
Per tutto quanto: grazie.
Per tutto: grazie.

Mi dispiace veramente
che sono ancora qui a parlare di noi,
ma è il mio modo di espiare
colpe a cui non sono date
alternative valide
"...Eri così bella nella tua complicità,
l'anima gemella della mia felicità.
Ero io così per te. Ma l'incantesimo
la mia bacchetta l'ha spezzato poco a poco..."

12 commenti:

  1. Wow!!.. Brividi Vik...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, e anche qualche lacrimuccia. Vecchie frasi di vecchie canzoni di un gruppo che amavo follemente in un periodo ormai andato, ma che mi fa sempre piacere riascoltare. Come si diceva, "a volte ristornano", magari con più forza di prima, perchè maggiormente contestualizzate. Onore al merito a Cristiano Godano: il mio unico sforzo è stato quello di selezionarle e cucirmele addosso. Se ti sono piaciute ti consiglio caldamente di andarti a recuperare i pezzi: sono a mio avviso tra le cose migliori che siano mai state fatte nel mercato discografico italiano.

      Elimina
  2. Lascia che ti vomiti un mare di parole, Ma Ma Marlene è la migliore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che è da tanto che anche tu non vai a trovare Marlene: "Lascia che ti vomiti un'ONDA di parole, Ma Ma Marlene è (ERA!) la migliore!"
      Ciao Bro!

      Elimina
    2. Accidenti, hai ragione, è dal 1994 che sbaglio. Ma mi suona meglio mare, boh!
      Comunque non bisogna tanto avere nostalgia del passato quanto trovare nuovi eroi.
      Chennesò, ad esempio i Modà, i Negramaro, Suor Cristina... . ;-)

      Elimina
    3. Per chi non conoscesse L'Adri: guardate che sta scherzando!...;)

      Elimina
  3. no vik, lascia stare, cosi' ci si fa solo del male, dammi retta... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) ci sto provando, ma non è facile...e a volte quel rospo che ti tieni in gola per giorni lo devi sputar fuori, altrimenti finisci per strozzarti.
      Grazie d'esser passata, è bello riavere "La Floydiana" a bordo! Tra l'altro già qualche giorno fa volevo scriverti sul tuo blog, quando ho letto la chitarra che hai...beh, liv, se vuoi organizziamo un live sul mio balcone e con quella ti faccio suonare quello che ti pare, anche Baglioni!.. ;) Voglio saperne di più, perchè non è certo un pezzo comune da tenere a casa per accompagnare i vicini molesti...

      Elimina
    2. Ma sai che sono un deficiente?!... Pensavo che questi fossero i tuoi primi due commenti invece sei su RN già da un po' di tempo! Riguardavo il tuo blog, sul quale tra l'altro son recensiti dei concerti pazzeschi, uno su tutti quello di Nick Cave, che ho letto con la bava alla bocca (è uno degli artisti che amo maggiormente e ho avuto occasione di vederlo solo una volta dal vivo), ma anche MK; ed ecco che andando a ritroso mi son ricordato del tuo commento su Godano nella serie GH! Che ridere, mi è venuto in mente leggendo della tua passione per Tesio e di quando addirittura accenni all'accordatura aperta che usano: una Floydiana chitarrista appassionata di Mk...adesso che ti ho inquadrata non ti dimentico di certo! Tu fatti viva di più però ;)

      Elimina
    3. "Floydiana" suona strano, non me l'avevano mai detto...

      ...in realta' non saprei neanche dire con esattezza cosa sono.
      mi piacerebbe poter dire: "tesista" per tendenze tecnicho-armoniche, "mooriana" per stile, "pjharvica" per sensualita', "post-senza-mai-essere-stata-niente" per anagrafica... ma ahime' devo ammettere di essere solo una buffona! :D

      riguardo il rospo: non conosco il tuo e non dovrei parlarne, ma a leggerti mi e' fin troppo facile fare dei paragoni con uno che conosco. come ne sono uscita?, con un enorme "vaffanculo!", ma detto a me stessa per aver sprecato il mio tempo dietro a qualcosa che non mi faceva del bene: ho una vita sola e tutta l'intenzione di farne il meglio che posso in ogni istante.

      per finire: la mia storia con polly ha un che di "magico" (con il dovuto uso di virgolette) che forse meriterebbe un post... anzi, sai che c'e'?, mi hai fatto venir voglia di scriverlo!

      pero' no, non ci suonero' baglioni: lei si offenderebbe a morte!

      Elimina
    4. Ok, abbiamo la Tesista ufficialmente a bordo! ;)
      Tra l'altro non mi era mai capitato di conoscere qualcuno che avesse una così profonda ammirazione artistica per un chitarrista che non rientra esattamente nella rosa dei "guitar hero" (passami il termine, lo uso sempre con una certa dose d'ironia!) canonici. è vero, anche io ho inserito Godano nella mia top 10, ma lui era nelle retrovie...anche se si deve ricordare che in quella classifica non c'erano un sacco di "mostri sacri" e vederci il fossanese fà specie, ma GH era una classifica dei 10 chitarristi che più hanno influenzato il mio modo di ascoltare e concepire la magia creata dalla sei-corde e questo non significa necessariamente che siano oggetivamente "i più bravi", per quel che questo possa significare.
      Quando dici "Mooriana" a chi ti riferisci? Gary Moore? Perchè lui è un altro grande che adoro e probabilmente starebbe all'11esimo posto di GH, se posse una top 11!
      "post-senza-mai-essere-stata-niente" è un chiaro riferimento CCCPniano: anche qui sfondi una porta aperta!
      Allora aspetto con ansia il post su Polly, che immagino tragga il suo nome da PJ! Son contento di aver gettato una "Spora" che presto si trasformerà in post. Ah, a proposito, io non ho la fortuna di avere una Mustang del '67, ma una anonimissima Ibanez del '08, alla quale però sono molto affezionato e si adatta a me; è della serie SA, cosa che ho sempre trovato esilarante, perchè sembra una custom: sono le mie iniziali! Comunque, ovviamente si chiama Marlene!

      Elimina
    5. http://www.sheltonsguitars.com/2010/2-19-10/ibanez-sa-120-2-19-10.html
      per intenderci.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...