mercoledì 14 novembre 2012

When RN runs at 33 1/3

Bellissimo!
Dopo anni di ricerche, rimandi, incertezze e delusioni, oggi ho finalmente potuto metter sù il mio primo vinile, a casa mia!
Preso un giradischi preamplificato con fonoequalizzatore incorporato, montato e attaccato al mio hi-fi compatto.
Detto così sembra che abbia fatto in fretta, ma vi assicuro che non è andata proprio così! Era la prima volta che montavo il piatto ad un giradischi e anche la ricerca su come collegare i due apparecchi ha richiesto un po' di tempo, per aver la certezza di non far menate.
L'assemblea condominiale l'ho fatta, cena pure, solo a casa, dopo aver montato e collegato il tutto ho scelto un disco, uno di quelli che stan sul mio mobile a prender polvere. Ed è proprio quello che volevo sentire:


Pioggia, tuoni e Iommi che sriffazza...ho i brividi!
Ho giocato un po' con il regolatore di velocità, cercando di mettere in sincrono il vinile con il cd: non sapevo potesse esserci quest'evenienza. Il vinile è così imprevedibile e "analogico" che quasi mi destabilizza, io che sono abituato al digitale (per la verità son cresciuto con la musica magnetica) e ho l'ossessione che tutto debba essere "perfetto" e in ordine... Dopo aver ascoltato tre volte il disco ho desistito: sto sbagliando tutto, devo abbandonare questa forma mentis e cercare di ragionare come si faceva trent'anni fa, minimo. Prendo confidenza con il regolatore di velocità e lo stroboscopio, spengo il cd e vaffanculo!
Questo disco...chissà che anno sarà stato l'ultima volta che è stato suonato... Mi sento un ladro di tempo, un profanatore analogico nel tempio della musica vinilica.
Mi diverto coi formati e le misure, da 33 passo a 45, da 30 a 17 e tiro fuori un oggetto che è sempre stato un cimelio per me, in bella vista tra i miei dischi, muto da forse più di trent'anni; ora ho finalmente l'occasione di sentire la sua voce, di affrancarlo dalla sua statica condizione di soprammobile...e i Pink riempiono le mura della stanza...


è il 45 di Have a Cigar, con la prima parte di Shine On You Crazy Diamond sul secondo lato, una stampa del'75, uscita solo in Italia e Francia.
Ha una voce decisamente più polverosa e datata dei Sabbath, ma la magia è la stessa.
Son contento, il vinile mi mancava come formato e ora posso finalmente spolverare dei vecchi pezzi che ho in casa. Monkey, sto arrivando!...

8 commenti:

  1. Maaa...il Black Sabbath è su etichetta vertigo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, no... NEMS. Che significa?...
      Senti, ma posso usare questo indirizzo per chiederti un po' di info sui dischi che ho e su quelli che vendi?.. ;) theevilmonkeysrecord@libero.it

      Elimina
    2. Sto consultando DISCOGS, è una fonte attendibile per recuperare info sui vinili? Ho visto che il mio Nems NEL 6002 dovrebbe essere una ristampa UK del '76.

      Elimina
    3. Certo no problem per la mail.
      La nems ha ristampato in UK tutti i vecchi titoli Black Sabbath originariamente usciti per la vertigo. Fai conto che se il primo dei BS su nems puoi pagrlo 15-30 euro, lo stesso su vertigo ti costa non meno di 100-150 euro... ma la musica è la medesima!

      Elimina
    4. Su Discogs l'edizione che ho io di BS la danno a 10 euro.

      Elimina
    5. più spese di spedizione forse...

      Elimina
  2. Grandissima scelta i Black Sabbath... ottimo disco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Harley! Sì, questo è un disco davvero bellissimo a cui son molto legato, anche se l'ho sempre sentito in cd...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...