mercoledì 5 ottobre 2011

Un post dai piedi pelosi

Risale a 5 mesi fa l'ultima manche di GtS e come premio per la sua vittoria, Sara mi faceva una richiesta folle: parlare del Signore Degli Anelli, tra libro, film e dvd e dire qualcosa de Lo Hobbit, allora ancora in fase di pre-produzione.
Non a caso son passati 5 mesi: che cavolo vuoi che dica? è un'impresa titanica e di certo non ho voglia di farne una tesi di laurea, anche perchè ci ha già pensato una persona di nostra conoscenza, che non mi dispiacerebbe facesse ogni tanto capolino su queste pagine...
Adotterò dunque l'attitude di Firma, a cui piace essere poco democratico e essendo padre e padrone del suo blog fa quel che vuole. Del resto gli Hobbit son notoriamente pigri e tu mi stai chiedendo di andare fino a Mordor, andata e ritorno da solo, senza una bussola!.. Mi faccio un po'di erba pipa mentre ascolto il nuovo mix di Dark Side Of The Moon e ti dico due cagatine giusto per tirare una bella riga sul titolo di questo post nella lista di cose che prima o poi devo trattare su RN.
Premesso che ci sarà almeno qualche decina di milioni di persone più esperte di me sull'argomento Tolkien, io non ne ho letto l'opera omnia e nonostante l'apprezzi moltissimo come scrittore non ne faccio una malattia.
Il Signore Degli Anelli, ad esempio, non l'ho mai letto; è da anni a prender polvere ed invecchiare come una bottiglia di buon vino su uno degli scaffali della mia libreria, ma il suo mondo magico è ancora vergine ai miei pigri occhi.
Ti posso però dire che ne ho sentito parlare la prima volta da bambino, quando passarono in tv la versione di Ralph Bakshi. Ne rimasi piacevolmente colpito e per anni attesi la seconda parte, che mai arrivò.
Poi, nell'inverno 2001, Dea mi propose di andare a vedere un nuovo adattamento cinematografico. Lì per lì storsi il naso, perchè in tutti quegli anni la letteratura fantasy non mi aveva per nulla interessato e, memore delle varie produzioni anni '80, pensai che questo nuovo film fosse un' altra inutile opera per bambini interessati a folletti, draghi e robaccia del genere. Niente di più sbagliato. Sostanzialmente uscii dal cinema sognando di imbattermi in un Nazgul con cui combattere col mio ombrello che brandivo a mo' di Pungolo.
Da questo puoi capire che cominciai a rivalutare con una certa serietà la letteratura fantasy di alto livello, quindi presi a leggere alcune opere di Tolkien, tra cui Il Silmarillion, che ad oggi rimane una delle cose più belle abbia mai letto. Diventato un fan dei film di Jackson andai a vederli tutti e tre al cinema e presi poi i tre cofanetti dvd della collector's extended edition.
Ecco, di questi potrei parlartene per ore, perchè li custodisco gelosamente come delle splendide opere da collezione, a partire dall'incredibile lavoro di artwork e pakaging andato pressochè perso nella sterile edizione in Blu-ray.
Qualche mese fa ho finito di vedere, anzi, metabolizzare il secondo cofanetto: dopo anni e anni me ne manca ancora uno. Questo ad indicare la quantità di materiale che se si vuole assaporare nella sua totalità porta via davvero un  mare di tempo!
Ti posso dire che, pur non avendo letto il libro,  Il Signore Degli Anelli di Jackson per me rimane un capolavoro assoluto di cinematografia e di capacità narrativa. Non sopporto chi avanza sterili critiche dicendo che non è un granchè solo perchè alcune parti del libro si sono perse nell'adattamento. Queste persone hanno difficoltà a capire come letteratura e cinema siano due mondi diversi, che si basano su leggi diverse non sempre compatibili, ma non voglio essere io, qui, ora, a fare il pistolotto.
Per quanto riguarda invece Lo Hobbit, ricordo di aver letto il libro quando facevo prima o seconda superiore, durante dei giorni d'influenza. All'epoca riuscivo a divorarmi i libri, ora, invece, li compro e li ammasso sul comodino...
Accompagnare Bilbo nella sua avventura, tra troll e buie foreste è stata un'avventura indimenticabile, parallela al mio percorso di degenza, culminata con me sul divano, una sera, che leggo le pagine dell'ultima battaglia dei Nani con i Carmina Burana in sottofondo...
Direi quindi che non vedo l'ora di assistere a quello che sicuramente sarà un altro capolavoro di Jackson e soci, tra il prossimo anno e il 2013. Ricordo infatti, per chi non avesse seguito le (dis)avventure della produzione neozelandese, che il film sarà diviso in due episodi. Le riprese sono iniziate lo scorso Marzo, tra un cambio di regista, ulcere perforate, cause legali e defezioni di attori.
Qui potrete appagare la vostra curiosità.
...e anche questa è fatta...

1 commento:

  1. Beh, se per questo conosciamo entrambi anche chi ha fatto una tesina di maturità sul Signore degli Anelli... Certo che io e te ne conosciamo gente strana!!! :D
    Lo so...sono stata una str0nz@ a chiederti questo post come ricompensa per i miei punticini vinti a GTS...
    Facevo prima a chiederti "Parlami della Divina Commedia in 350 parole...ah, e hai un'ora e mezza di tempo per consegnarmi il compito. Pronto?!? VIA!!!"
    Ma come al solito sei stato braverrimo... :)
    Per quanto riguarda "Lo Hobbit" di prossima uscita, sono sempre più curiosa di vedere come saranno queste magnifiche riprese in 3D girate al doppio della velocità dei fotogrammi rispetto a quelle normali.. insomma, è vero che è passato un pò di tempo dai fratelli Lumiére e che la tecnologia avanza a passi da Olifante... ma non vorrei che se ne abusasse troppo.
    Soprattutto per le povere tasche dello spettatore... ormai tutti si stanno convertendo al 3D, ma si convertiranno anche i botteghini?!!? Ai posteri l'ardua sentenza...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...