martedì 31 agosto 2010

Pizzoteque

A volte tra l'idea di scriverere un post e la sua pubblicazione passa un mare di tempo, proprio perchè questo si frappone tra te e ciò che vuoi fare e automaticamente si toglie quando decidi di farlo, una sorta di antipatica marea.
è il caso di quanto state per leggere, che avrebbe dovuto essere pubblicato circa un mese fa, ma solo per recuperare la foto scattata e caricata qua di fianco è stata una mezza Odissea, tra cavetti che non si trovano, foto che mancano e altri simpatici accadimenti. Insomma, è passato un po' di tempo e gli argomenti da trattare si accumulavano come ingredienti in una Ratatouille, anzi, come su una pizza troppo rinforzata, tanto che quel che doveva andare sotto il titolo di Pizzoteque è stato poi scisso nei passati post. Alcuni ingredienti però rimangono ancora, perchè come potete vedere sto parlando di tutto (e niente) mettendo insieme roba diversa: la pizza è il mio piatto preferito!
Bene, vorrei anzitutto ringraziare VOI, letto-ascoltatori di RN, per esser intervenuti sui post scritti e per aver portato nuovi amici da fuori (e dentro) che hanno espresso i loro pareri sulle mie difficoltà digestive: vi ho amato. 4eLa, sei la benvenuta e sei di diritto salita a bordo di RN tra i "compagni di viaggio", hai visto che alla fine qui di mangiare si parla, eccome? La tua metafora culinaria è stata strepitosa e io adoro parlare di cibo e di ricette, l'improvvisazione ai fornelli, oltre che alla chitarra è una delle mie passioni, che mi piacerebbe comunque consolidare, quindi, sotto coi consigli!
Roberto, non so bene come tu abbia trovato RN, o forse è RN che ha trovato te, ma quando ho visto che fai parte di una band tributo ai Pink ho provato un forte senso di orgoglio ad ospitarti su queste pagine e non vedo l'ora di rileggere tuoi commenti e saper di più della tua band (mi sto informando).
Urz, che dire, non scrivi mai sui blog, ma riesco io a fartene venir voglia: è il più grande degli onori! Davvero, sapere di trattare argomenti che possano attirare l' attenzione dei lettori e invogliare anche il più restio alla scrittura a dire la sua...del resto RN serve proprio a questo: è un punto di incontro e discussione, è fatta affinchè la gente ascolti buona musica, legga, si rilassi, si diverta e condivida le proprie impressioni. Mi sforzo il più possibile per renderla il più interessante e piacevole possibile a livello grafico e di contenuti, perchè penso sempre a VOI che la vedete dall'esterno, quando ci lavoro sopra, e vorrei fosse quanto più interattiva possibile e per questo ho anche bisogno del vostro aiuto. Fosse solo un diario on-line delle mie esperienze quotidiane, distaccata da ogni contatto con l'esterno, che siete VOI TUTTI, sarebbe arida, sterile, inutile ed effimera, quindi, continuate così che siete sempre i benvenuti!

Parliamo di pizza?
Vi ho già detto che è il mio piatto preferito, ma sono abituato a vedermela portare da ragazzi delle consegne a domicilio o da camerieri col grembiule, non di certo dagli U2!
Sicuramente l'avrete letto da qualche parte, ma io ancora faccio fatica a crederci!
Lo scorso 5 Luglio, il giorno prima del concerto all' Olimpico di Torino, il Brother mi manda un mesaggio, dicendomi che son giorni che gli U2 stan provando la scaletta il pomeriggio e la sera e verso mezzanotte, l'una, quando han finito e mangiato, escono a fare foto e autografi ai fans che han avuto la pazienza di aspettarli fuori dei cancelli dello Stadio. Lui è già riuscito a fare qualche foto e a stringere la mano a The Edge. Mi dice che non mi aveva avvisato perchè pensava non mi interessassero più di tanto, dato che non avevo preso il biglietto per il concerto. Già, mea culpa, il biglietto nn l'avevo, ma solo perchè ho fatto l'errore, quando erano usciti, di fermarmi ai prezzi che la gente stizzita sussurrava tra un misto di orrore e incredulità: 280€! E io, scemo, non son andato a controllare su Ticket One, così ho alzato le spalle, dato che effettvamente non è che sia tutto sto gran fan, ma quando Il Capitano è venuto a dirmi che aveva preso un biglietto per la curva senza dover vendere il c..o, ho realizzato che forse io avrei fatto meglio a venderlo, il c..o, così magari ci avrei guadagnato qualcosa, anzichè prendermelo, sempre lì, a gratis rimanendo senza un biglietto da 35€ più che abbordabile. Capito la situazione, no?...
A questo punto ho deciso di raggiungere il Bro allo stadio per vedere come si metteva la cosa. Purtoppo una volta sul posto le prove eran già finite, ma dopo qualche ora (!) di attesa in coda davanti ai cancelli, circa all'una, una e mezza di notte, indovinate chi spunta fuori a distribuire pizze ai temerari che non avevano abbandonato le speranze, a costo di perdersi l'appello per il pit del giorno dopo? Yes, l'omino in pantaloni bianchi che vedete nella foto, che altro non è, per chi non lo riconoscesse, Adam Clayton, bassista degli U2, seguito a breve dagli altri componenti del gruppo, tutti a tirar fuori da un furgone 80 pizze appena sfornate distribuite poi personalmente ai ragazzi increduli. Certo a quell'ora la fame era tanta e le pizze son state divorate, ma c'è chi ha giurato di appenderla in una cornice su un muro di casa...Qualcuno è riuscito a strappare anche un autografo sul cartone del feticcio. Comunque, pizza o no, nessuno è rimasto a bocca asciutta: tutti hanno più o meno chiaramente visto gli intoccabili, santissimi e benedetti U2 distribuire pizze ai fan! Non è una cosa a cui si assiste tutti i giorni, soprattutto quando si parla di gente di questo calibro! Davvero un bel gesto e una grande emozione! E pensare che c'è ancora qualche "rock-star" da due soldi che se la tira tanto da mostrare il dito medio ad un fan che si avvicina per chiedere un autografo o una stretta di mano...Bravi ragazzi! Vi ho davvero rivalutato!
La sera seguente sono andato con la mia ragazza a sentire dall'esterno quel concerto ormai perduto. è stato lo stesso molto bello; seduti sull'erba di Piazza D'armi a mangiare un panino del porcaro circondati da gente che ballava e cantava sulle note di Sunday Bloody Sunday, e che brividi a sentir da fuori The Edge attaccare con l'intro di Where The Streets Have No Name...Alla fine, sull'ultimo pezzo, ci hanno fatti entrare e abbiamo così potuto vedere per qualche secondo quel grande show che per pigrizia e poca attenzione ci siamo fatti scappare sotto il naso...peccato.
Sotto ora con chi a quel concerto ci è stato, diteci la vostra!
Ah, a proposito, sto uscendo per andare a farmi una pizza!...

2 commenti:

  1. Ma che bello, grazie per l'accoglienza ^__^

    Anch'io non ho preso il biglietto degli U2 perchè non sono mai sata una loro grande fan, ma poi la sera del concerto, fuori dai cancelli, mi stavo mangiando le mani! ero totalmente rapita dall'atmosfera che, dentro lo stadio, doveva essere fantastica! ne ho avuto solo un piccolo assaggio (di atmosfera, non di pizza..) alla fine, quando mi sono catapultata dentro sull'ultima canzone correndo come una pazza scatenata - alla faccia del "non sono una grande fan" ;)

    RispondiElimina
  2. per una volta posso finalmente dire "io c'ero!"... :D
    spettacolo meraviglioso e devo dare ragione a chi mi ha sempre detto che un concerto degli U2 non puoi raccontarlo...devi viverlo!

    impagabile notare Bono salire sul palco nervoso e timoroso di come poteva rispondere il suo corpo alle sollecitazioni da spettacolo live e, dopo il primo mezzo assolo di chitarra di The Edge, vederlo "sciogliersi" e saltare sulle casse.. :)

    una cosa che adoro, e che mi fa sorridere a 345596846 denti, è vedere gli artisti che si divertono a suonare e ho avuto questa sensazione vedendo le loro facce...quattro ragazzi di Dublino che dopo 34anni si divertono e si emozionano ancora a stare di fronte a tutta quella gente... :)

    esperienza da provare sicuramente..spero che riuscirai ad avere occasione di vederli perchè meritano un sacco!!! :)

    PS: che Zeus benedica sempre i geni di Larry Mullen.. per lui il tempo decisamente non passa! E' la prova vivente che comprova la mia tesi per la quale bevendo litri di Guinness e vivendo a uno sputo dal Croke Park, lo spirito è più felice e rilassato ergo la vecchiaia tarda ad arrivare.... :P

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...